Sesso e insicurezza: sempre più uomini ricorrono al chirurgo plastico

ROMA – Se sempre più uomini chiedono al chirurgo un intervento per l’allungamento e l’ingrandimento del pene, come confermano i dati della Società italiana di chirurgia genitale maschile, è anche perchè gli uomini si sentono «sempre più insicuri al cospetto di una figura femminile che, al contrario, si dimostra più libera e sicura di sè».

A fare luce sulle motivazioni alla base del trend in crescita per questo particolare tipo di intervento chirurgico è la psicologa e psicoterapeuta Paola Vinciguerra, presidente dell’Associazione europa disturbi da attacchi di panico (Eurodap).

«C’ è una grande insicurezza degli uomini rispetto alla donna perché oggi la donna è cambiata: non è più – spiega la psicologa – una donna che fa sentire l’uomo potente dal punto di vista sessuale. La donna sceglie, esprime pretende la sua parte di gratificazione sessuale mente prima considerava il diritto alla sessualità non così esplicito e chiaro».

Oggi, insomma, le donne «fanno i confronti, possono avere rapporti con più uomini e quandi questo alza l’ansia da prestazione dei maschi nel confronto con altri pari: è ovvio che il senso di inadeguatezza anche per quanto riguarda la corposità fisiologica del proprio pene è un elemento di agitazione che può portare un maschio a sentirsi inadeguato e a richiedere l’intervento di allungamento dell’organo».

Ma un ruolo ha anche la Rete: «La diffusione su larga scala del sesso su Internet, con filmati hard a portata di mano, mette ancora più in difficoltà i ragazzi perché è più facile un confronto che può farli sentire inadeguati»

 

LEGGI L’ARTICOLO SU IL MATTINO.IT